Punto BargelloScuola di Ricamo: spiegazioni su come si esegue il punto "fiamma" o anche detto punto "bargello"

Pubblicità

Il punto fiamma, o Bargello, o punto Firenze, nasce a Firenze intorno al '400 ed indica i ricami eseguiti su canovaccio con punti lanciati diritti, ricamando disegni molto semplici da eseguire dopo aver stabilito il motivo di base.
I motivi comprendono losanghe, rombi, cellette, nidi d'ape, picchi e melograni e si prestano a mille combinazioni di geometrie e di colori.La diversa lunghezza dei punti produce motivi differenti e di grande efficacia.
Protagonista assoluto di questo punto è il colore, che può aggiungere profondità e quasi modificare l'effetto del disegno.
Nella scelta delle tonalità è quindi importante ricordare che i tre primi colori base della scala cromatica, rosso, giallo e arancio, tenderanno ad emergere sugli altri tre: blu, verde e viola, mentre le tinte ombreggiate (più scure dei colori base), tenderanno a recedere rispetto a quelle pastello (più chiare dei colori base). Quindi il rosa (colore pastello) emergerà più dell'azzurro, in quanto sfumatura più chiara di un colore emergente (rosso) , rispetto ad uno recedente (blu).
La scelta potrà essere in scala cromatica od in contrasto ed il numero dei colori dipenderà dal tipo di disegno e dall'effetto desiderato. Il risultato sarà migliore se il centro dello schema verrà centrato rispetto al centro del canovaccio.

TECNICHE DI RICAMO
La tecnica è semplicissima: si tratta di punti lanciati lavorati in verticale spostandosi o in su o in giu di due o più fili.
motivi del punto bargello vanno lavorati sempre su righe orizzontali. La prima riga eseguita è quella di riferimento per tutto il disegno. Bisogna sempre partire dal centro del lavoro , andando verso sinistra e verso destra fino alla fine del canovaccio.
Le righe successive si ricamano da destra o da sinistra, sopra e sotto alla riga iniziale di riferimento fino a coprire interamente la superficie del lavoro.  

Punto Bargello 

Clicca sull'immagine per ingrandire

Tessuto per ricamoMATERIALE OCCORRENTE
Il punto fiamma viene effettuato su canovaccio semplice o a filo singolo. Il filato deve avere una grossezza proporzionata al rapporto del canovaccio. Le gugliate devono essere oltre il mezzo metro, un pò più lunghe che altri punti.
Si consiglia di tenere più aghi infilati con i colori del lavoro per non perdere tempo ad ohni cambio di colore che generalmente viene effettuato alla fine di ogni riga.

PREPARAZIONE DELLO SCHEMA E CONSIGLI PER IL RICAMO
Il ricamo è facilmente riproducibile su carta millimetrata o quadrettata. Ogni quadretto corrisponde ad un foro del canovaccio. Anche per il disegno iniziare sempre a disegnare dal centro del disegno verso i lati per trovare il giusto numero delle ripetizioni. Ci si può aiutare con uno specchio posizionato perpendicolarmente sul foglio con il motivo disegnato per poter vedere l'effetto delle ripetizioni del disegno.
Come si è già detto precedentemente il punto fiamma o Bargello punta molto sull'effetto delle combinazioni cromatiche. Lo stesso motivo lavorato con combinazioni di colore differenti da un risultato molto diverso.
Se si sceglie le tonalità di uno stesso colore si ottiene una superficie armoniosamente sfumata, se i colori sono in forte contrasto tra di loro l'effetto è più evidente, quasi tridimensionale.
Si consiglia, quindi, prima di iniziare il lavoro, di fare sempre delle prove di colore per valutare il risultato finale.

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30