In collaborazione con la casa editrice Nuova S1 vi proporremo una serie di tutorial dedicati a varie tecniche di ricamo tradizionale.
Ecco il primo estratto dal libro Orli - Come realizzarli e decorarli (di Anna Castagnetti) pubblicato su gentile concessione della casa editrice Nuova S1.

Se siete interessate all'argomento e volete informazioni sul volume le trovate nel nostro SHOP alla pagina Orli - Come realizzarli e decorarli

Orli

Pubblicità

Il termine orlo viene così definito: da “Il Nuovo Zingarelli”: "Ripiegatura del tessuto prima di essere cucito…"; da il “Sabatini Coletti”: "Lembo estremo di un tessuto, ripiegato e variamente rifinito per impedire le sfilacciature…".
Il termine orlo ha, inoltre, un significato un po’più ampio in quanto se eseguito con precisione definisce e arricchisce un manufatto, specie se ricamato a mano; esattamente come una bella cornice dà risalto ad un’opera pittorica. In questo manuale ho raccolto le “esercitazioni” che ho realizzato sull’argomento perché le allieve dei miei corsi di ricamo possano trarne spunto per arricchire i loro lavori.

...

Orli tradizionali: i più conosciuti ed applicati ai manufatti di uso comune (tovaglie e tovaglioli) oltre che a centri o runner variamente ricamati.
Orli decorati: perché se alla precisione d’esecuzione aggiungiamo un pizzico di fantasia per decorarli, il risultato renderà il nostro manufatto unico e rappresentativo della nostra creatività.
Unione di tessuti: dedicato al punto a giorno illustrando una delle sue molteplici applicazioni e cioè l’unione di tessuti con effetto reversibile. Metodo che consiglio soprattutto quando si vogliono recuperare avanzi di tessuto; il risultato sarà un gradevole effetto patchwork geometrico.
Bordi applicati: tre metodi per arricchire un lavoro, utilissimi anche nel caso non ci sia il tessuto sufficiente per l’esecuzione di un orlo tradizionale.

I lavori proposti sono stati eseguiti con i seguenti materiali:
• cordonetto n. 80 DMC per il punto a giorno
• ritorto d’Alsazia DMC n. 12 per i punti decorativi
• tessuto in lino a trama quadrata (15x15 fili in 1 cm²) per i tovaglioli
• tessuto in lino a trama quadrata (11x11 fili in 1 cm²) per le tovagliette americane
• tessuto in lino fantasia per le applicazioni.


ORLI TRADIZIONALI

Orlo con Angolo 45°

Diritto del lavoro.  Rovescio del lavoro.
 Orli2  Orli3

Primo metodo

Squadrare il tessuto in dritto filo ed eliminare le parti eccedenti se, quando si acquista un tessuto, il taglio non segue il dritto filo. Stabilire l’altezza dell’orlo che vogliamo realizzare (nel caso di un tovagliolo: 1,5 cm) quindi, prima di levare il filo sul quale eseguire il punto a giorno, calcolare l’ingombro dell’orlo:
• 1,5 cm orlo visibile sul diritto del lavoro
• 1,5 cm orlo visibile sul rovescio del lavoro
• 0,5 cm tessuto per il risvolto interno per un totale di 3,5cm.
Segnare sul rovescio del tessuto, negli angoli opposti, la misura indicata e levare 1 filo in modo da mantenere in evidenza le codine del filo levato come indicato dalle frecce rosse (le codine verranno nascoste all’interno dell’orlo).

Orli4 

 

Le linee rosse indicano le pieghe dell’orlo.
La linea tratteggiata indica il filo levato sul quale eseguire il punto a giorno per fermare l’orlo.

 Orli5

 

Quindi procedere nel levare il filo seguendo la direzione indicata dalle frecce.

 Orli6

 

Fermarsi esattamente nei punti dove si incontrano i fili. Attenzione: mantenere in evidenza le codine del filo levato.

Sempre sul rovescio del tessuto segnare, dal punto in cui si incontrano i 2 fili levati e con l’aiuto di un righello, 2 punti alla distanza di 3 cm (il 1/2 cm che rimane rappresenta la ripiegatura interna). Unire i due punti con la matita. Piegare il tessuto come indicato nella foto e con uno spillo fare combaciare i due punti. Cucire con un punto indietro sulla linea segnata dalla matita.
Orli7
Orli8

 

Tagliare la punta lasciando 1/2 cm circa di abbondanza, aprire la cuciture con l’unghia e rivoltare sul diritto aiutandosi con un punteruolo per evidenziare la punta.

Orli9

 

Ripiegare verso l’interno il risvolto di 1/2 cm, appoggiare l’orlo sul filo levato e imbastire facendo in modo che la linea dell’angolo combaci con il punto d’incontro dei fili levati.

L’orlo è pronto per essere fissato con il punto a giorno.

Se siete interessate all'argomento e volete informazioni sul volume le trovate nel nostro SHOP alla pagina Orli - Come realizzarli e decorarli

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) della Casa Editrice Nuova S1
E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati, come da Informativa sulla privacy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2018
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1