Le candele sono composte semplicemente da due elementi, lo stoppino e la cera.
Queste candele si chiamano candele a fondere perché la cera viene "scaldata a bagnomaria" in appositi fusori o in un pentolino e poi modellata in stampi di varie forme.

Pubblicità

Materiale per creare candeleLA CERA
La cera può essere di vari tipi: la cera d'api è l'elemento originale con cui si facevano le candele fin dall'epoca dei romani, è prodotta proprio dalle api ed utilizzata per costruire i favi. Separata dal miele l'uomo la utilizza per vari scopi e si trova in commercio in panetti,vaschette o fogli di colore giallo scuro. Sostituti della cera d'api sono la paraffina e la stearina che vanno miscelati per preparare il composto utile per costruire la candela.
La paraffina è una miscela di idrocarburi solidi ed è un derivato della raffinazione del petrolio greggio e ha un aspetto bianco quasi trasparente, non si mescola nell'acqua. Ha una temperatura di fusione tra i 50° e gli 80°. Si vende in scaglie o blocchi.
La stearina invece è di origine animale o vegetale e si ottiene dal sego che si ricava dalla raffinazione del grasso degli animali macellati, oppure estratto da alcune piante, questa è di colore bianco opaco.
L'ideale per la preparazione delle candele è utilizzare una miscela di paraffina e stearina, quest'ultima in una percentuale del 10/20%.La stearina rallenta lo scioglimento della cera , agevola la colorazione e l'estrazione dagli stampi, riduce la fumosità.
In commercio vengono vendute anche delle preparazioni in granuli di cera colorate già pronte da fondere.

Stoppino LO STOPPINO detto anche lucignolo è costituito da un cordoncino di cotone formato da più fili intrecciati imbevuto di cera e costituisce l'anima della candela . Le sue proporzioni sono molto importanti : se è troppo grande rispetto alla candela, la candela farà fumo, se è troppo piccolo la candela si spegnerà facilmente.
In commercio esistono spolette di filo da incerare di varie dimensioni, stoppini già pronti con o senza clip e kit con il necessario per fissare lo stoppino nella fase di preparazione.

LE CLIPS servono per bloccare lo stoppino alla base della candela.

SPIEDINI DI LEGNO Servono per sollevare lo stoppino sopra lo stampo mentre la cera si solidifica.

Stampo LO STAMPO ci permette di realizzare la nostra candela nella forma desiderata. Una volta che la cera è fusa viene versata nello stampo prescelto.Si possono usare come stampo vari contenitori reperibili in casa come vasetti di vetro o jogurt , bicchieri,ciotole di coccio o formine per biscotti per realizzare candele galleggianti. Vi sono in vendita stampi di tutte le forme, consuete e particolari, e per candeline galleggianti.

PENTOLINI di diversi diametri meglio con beccuccio per versare, per fondere la cera "a bagno maria". Esistono in vendita i FUSORI che sono utili per questo procedimento.

COLORANTI Se si vuole ottenere una candela colorata si deve aggiungere al preparato di cera dell'anilina oppure dei pastelli a cera o dei colori ad olio.

ESSENZE PROFUMATE Se vuoi ottenere delle candele profumate occorrono delle essenze profumate.

TERMOMETRO Il termometro serve per rilevare la temperatura della cera quando viene fusa e versata nello stampo.

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati, come da Informativa sulla privacy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2018
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1