Vendere online creazioni handmade: dal negozio online alle spedizioni

Lavori a maglia, bijoux fatti a mano, semplici oggetti di design, decoupage e altre creazioni artigianali sono diventate un hobby per un crescente numero di creativi, che vendono le proprie opere per lo più occasionalmente. Alcuni vendono online senza Partita Iva, ma sono sempre di più coloro che desiderano trasformare un hobby in una professione. Dalla creazione del sito fino al marketing e alle spedizioni, vediamo quali sono i passi principali per vendere online le proprie creazioni artigianali.

Il business plan

Tutto inizia dal business plan. Può sembrare un lavoro lungo e complesso, ma non è detto che sia così. Anzi, affrontato nella maniera giusta può essere addirittura divertente. Scrivere il business plan significa conoscersi più a fondo, comprendere meglio il mercato e il settore in cui si opera e crearsi solide basi per il futuro. Si può essere creativi anche nello scrivere il business plan: non deve essere un documento di 100 pagine, ma in una o due pagine al massimo è possibile concentrare il tutto. L’importante è curare al massimo questa delicata fase della tua futura attività.

Pubblicità

Dove vendere online handmade: i marketplace

Buona parte del successo dei prodotti artigianali online è legato ai marketplace. Se i più noti in Occidente sono eBay e Amazon, in ambito handmade è stato Etsy ad aver fatto la fortuna di un intero settore. Negli Stati Uniti è un vero e proprio fenomeno di costume – con Etsy ci si fanno anche i matrimoni – e in Italia sta riscuotendo una crescente popolarità. Vendere su Etsy e altri marketplace (come DaWanda,  Misshobby, ecc.) ha innumerevoli vantaggi: sono soluzioni “chiavi in mano”, che non necessitano di conoscenze tecniche. Basta iscriversi al sito e il negozio è praticamente pronto.

I marketplace godono di una forte popolarità sui motori di ricerca e il pubblico è sempre più numeroso: nel 2015 Etsy è cresciuto del 40% negli Stati Uniti, mentre nello stesso periodo DaWanda ha raddoppiato le vendite dei prodotti Made in Italy. Ci sono fee da pagare, ma i marketplace comportano indubbi vantaggi. Almeno nel breve periodo.

Il sito web e il blog aziendale

Per chi vuole fare un investimento di medio lungo periodo, la creazione di un proprio sito web con e-commerce è un’opzione da considerare seriamente. Se i marketplace hanno una elevata visibilità, il singolo brand può perdersi nel mare di venditori presenti nella piattaforma. E sarà in ogni caso il brand del marketplace ad emergere: una volta fatto l’acquisto ad esempio su Etsy, nella maggior parte dei casi si racconta agli amici e sui social di aver comprato l’oggetto su Etsy e non da uno specifico venditore. Sul tuo sito web, gli acquirenti si ricorderanno invece del tuo brand.

Con il sito web si ha inoltre l’opportunità di crearsi un blog aziendale, un media proprietario di crescente importanza. Utile per dare risposte alle domande del tuo pubblico, conquistare la loro fiducia ed essere visibile sui motori di ricerca.

Le spedizioni dei prodotti handmade

La spedizione dei prodotti è uno degli aspetti allo stesso tempo più cruciali e trascurati da chi vende online. Ricevere la merce acquistata in tempi brevi, a costi ridotti e con corrieri affidabili sono componenti che concorrono a rendere soddisfatto l’utente dell’acquisto sul tuo shop online. Anche i piccoli e-commerce possono adesso avvalersi di piattaforme che consentono di abbassare i costi di spedizione e facilitare il processo di invio pacchi. Ad esempio Packlink PRO confronta le tariffe dei principali corrieri espressi italiani e internazionali e rende più veloce il processo di spedizione e di scelta del corriere. Per ogni spedizione seleziona il corriere più economico o più rapido e consente di stampare in una sola volta le etichette di più ordini. È una piattaforma che agevola in particolar modo i piccoli shop online ed è integrabile per spedire con eBay, Amazon – che ha una sezione di prodotti handmade – ma anche con moduli e-commerce per siti web, come PrestaShop e WooCommerce.

Racconta una storia

Uno dei più grandi trend nelle strategie di marketing attuali è lo storytelling. Questa tecnica può essere estremamente efficace anche per le piccole attività e il tuo negozio online di creazioni artigianali ne può trarre importanti benefici.

Gli acquirenti online scelgono sempre di più i piccoli negozi online perché percepiscono una maggior soddisfazione nell’acquisto di un prodotto che è in qualche modo speciale. E a renderlo veramente speciale non sono – quanto meno non solo – le tecniche e i materiali utilizzati, ma piuttosto il racconto che c’è dietro al prodotto e alle persone che lo hanno realizzato. Con lo storytelling la tua piccola attività artigianale può diventare un mondo, una narrazione che gli utenti vorranno conoscere e ascoltare.

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it
E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
Confermo di aver letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei miei dati

Link consigliati

Calendario Fiere

Dicembre 2018
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6