Spaghetti-alla-Carbonara

Gli Spaghetti alla Carbonara sono una delle ricette più famose e classiche della cucina italiana, conosciuti e preparati in tutto il mondo e proprio per questo forse la ricetta si è trasformata ed imbastardita in molti modi. In un ristorante una volta me l'hanno preparata addirittura con il pomodoro, confondendola evidentemente con l'amatriciana.

Pubblicità

Ci sono molte congetture sulla nascita di questo piatto: c'è chi ne vede le origini sull'Appennino laziale tra i "carbonari" che in montagna vigilavano sulla carbonaia e portavano con se cibi che potevano conservarsi a lungo come il pecorino, il guanciale la pasta; pare che le donne salissero alla carbonaia e scambiassero il carbone con le uova fresche con le quali i carbonari preparavano gli spaghetti, unendo gli altri ingredienti che avevano.
C'è anche un'ipotesi che riconduce la ricetta alla cucina napoletana, a supporto della quale si cita il trattato "Cucina teorico-pratica" di Ippolito Cavalcanti, nel quale ci presenti ricette in cui vengono unite a fine cottura uova sbattute, formaggio, sale e pepe.
Una tecnica questa molto diffusa anche in Abruzzo/Molise dove si prepara, con questi ingredienti aggiunti a fine cottura, lo stufato d'agnello. D’altronde le regioni confinano e storicamente erano parte de regno delle due Sicilie quindi va da se che gli usi ed i costumi non siano rimasti circoscritti in un'area precisa. Anche i cinesi aggiungono l'uovo al riso ed agli spaghetti...
Ma campanilismi a parte, che sia laziale, abruzzese o campana, quello che ci interessa è come prepararla al meglio e senza far rapprendere troppo l'uovo: non è una frittata di pasta e non c'è cipolla nella Carbonara!

La tecnica è molto semplice (quando la si conosce) e ve la illustriamo di seguito.

Le dosi per 4 persone sono:

Ingredienti:

400g spaghetti
150g guanciale
2 uova grandi o 3 piccole
pecorino romano
sale
pepe

Esecuzione:

Mettete su l'acqua per la pasta e salatela poco. In una padella antiaderente saltate il guanciale tagliato a striscioline, fino a quando sarà diventato croccante ed avrà rilasciato il grasso in eccesso.
Non è necessario aggiungere condimento in quanto il guanciale è già abbastanza grasso di suo.
Cuocete la pasta tenendola al dente e trasferitela scolandola con il forchettone nella padella con il guanciale caldissimo. Fatela mantecare con due mestolini d'acqua di cottura.
Poi trasferitela in una terrina dove avrete precedentemente sbattuto le uova e girate velocemente. Gli spaghetti caldissimi appena matecati faranno si che le uova si addensino senza rapprendersi completamente ma formando una bella cremina che renderà gli spaghetti scivolosi e saporiti.
Pepate, spolverate con il pecorino grattugiato secondo il vostro gusto e servite subito. Il risultato è assicurato ed il gusto è esplosivo.

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di HOBBYDONNA
E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati, come da Informativa sulla privacy

Link consigliati

Calendario Fiere

Ottobre 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4