Questa rubrica che riguarda la bellezza naturale ed il benessere, è stata gentilmente offerta dall'Editoriale Campi che pubblica l'Almanacco Barbanera, dal 1762 il più celebre almanacco d'Italia. 

back-to-school

photo credit: kasksu.com

A scuola: energie e concentrazione

Con la fine dell’estate si riaffaccia la sindrome del rientro a scuola: nervosismo, insonnia, stanchezza e mancanza di attenzione. Il passaggio dalla vita all’aria aperta agli ambienti chiusi e poco illuminati e la costrizione a stare fermi e concentrati genera nei bambini uno stress da non sottovalutare. Specie nelle prime settimane è utile mandarli a letto presto e farli “partire” con una buona colazione, senza troppi zuccheri, magari con cereali e frutta secca. A scuola serve una merenda nutriente, visto che la concentrazione prolungata richiede molte energie. Sì a panino fatto in casa e frutta, no alle merendine. Infatti l’alimentazione è determinante: molte proteine magre, cereali integrali e verdure. Con i bambini che rifiutano le verdure, si possono provare le olive. Se la stanchezza si protrae nel tempo, sarà utile un integratore a base di minerali naturali, in particolare fosforo, magnesio e ferro, con vitamine C e del gruppo B.

Pubblicità

PIÙ BELLI E IN FORMA

Esercizi tonificanti

Per rafforzare i dorsali e tonificare i glutei, fate questo esercizio: stesi sulla pancia alzate lentamente, una alla volta, le gambe, poi tutte e due insieme e sforbiciate più a lungo che potete.

 Maschera purificante

Il pomodoro è un alleato della bellezza. In poltiglia, come maschera, aiuta a contrastare l’acne, centrifugato è un trattamento antiforfora prima dello shampoo. Il succo, con 2 gocce di limone, è un rimedio per i pori dilatati.

Massaggi snellenti

Al mattino, dopo aver fatto ginnastica o sport e prima di colazione, massaggiate il ventre con le due mani sovrapposte eseguendo un movimento circolare in senso orario. Passate sotto le costole più volte, poi ponete le mani sopra l’ombelico e imprimete una vibrazione più a lungo che potete: aiuta l’intestino e snellisce la pancia.

auto-massaggio-ventre 

photo credit: dailyhealthpost.com

 IL LINGUAGGIO DEI FIORI

Il cedro, dall’inebriante profumo

Piccolo albero sempreverde originario dell’Asia, il cedro fu portato in Europa dagli Arabi. In epoca romana Plinio il Vecchio ne parla diffusamente nei suoi trattati botanici e se ne trovano molteplici raffigurazioni in affreschi e mosaici. Gli antichi, inoltre, erano convinti che le sue foglie suscitassero orgoglio e fierezza. Questa pianta spinosa, ma dal profumo gentile e persistente, fiorisce e dà frutti contemporaneamente: capita così di poter ammirare i bei fiori bianchi dalle sfumature viola insieme ai frutti simili a grossi limoni, anch’essi profumatissimi. Ha fioritura primaverile, da marzo a maggio, estiva – la più importante – e tardiva, a settembre. Apprezzato fin dall’antichità per il suo profumo persistente e inebriante, capace di infondere nuova energia, il cedro simboleggia l’orgoglio e la fierezza.

 cedro-frutto

photo credit: www.mesarbustes.fr

Hanno detto:

La vera bellezza, dopo tutto, sta nella purezza di cuore.
Gandhi

 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Salva

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30