Questa rubrica è stata gentilmente offerta dall'Editoriale Campi che pubblica l'Almanacco Barbanera, dal 1762 il più celebre almanacco d'Italia.

Occhi stanchiOcchi luminosi con rimedi “verdi”

Il lavoro, le ore davanti al computer, i primi freddi, ed ecco che gli occhi si stancano e si arrossano. Anche in questo caso la natura ci viene in aiuto per far tornare lucenti e brillanti i nostri occhi ed eliminare le antiestetiche occhiaie scure. Basterà una goccia di olio essenziale su un dischetto di cotone bagnato, da applicare sugli occhi ben chiusi. Lavanda per rilassare, limone per rinfrescare, timo per ridurre le irritazioni, camomilla per togliere il colore scuro.

Oppure applicare sugli occhi, come impacco, i filtri di tè d’erbe che si usano per fare le tisane, dopo averli bagnati con acqua calda e fatti raffreddare. Anche le classiche fettine di cetriolo o di patata rinfrescano ed eliminano l’effetto stanchezza. Un altro rimedio antichissimo è l’impacco di ricotta fresca intera, non sgrassata: ci si sdraia e se ne applica un cucchiaio sugli occhi ricoperti da una sottile garza. L’azione antinfiammatoria degli enzimi riporta i tessuti allo stato normale, stimolando il rinnovamento cellulare e l’idratazione.

Pubblicità

PIÙ BELLI E IN FORMA

Capelli splendenti

Si ottengono con impacchi di olio tiepido, da fare almeno un’ora prima dello shampoo. L’olio di jojoba è il più affine ai capelli, quello di cocco li rende lucidi, quello di ricino li rafforza, quello di avocado doma i capelli crespi.Oli profumati

Olio profumato

Basta poco per preparare un olio profumato e nutriente. Tagliate per lungo e a fettine un baccello di vaniglia, mettetelo in un barattolo con 50 g di olio di jojoba e lasciatelo al buio per 2 settimane agitandolo ogni giorno. Filtrate e conservatelo in un barattolo di vetro scuro. Profumatissimo, si usa sulla pelle bagnata per nutrirla.

Belli dentro

Il cervello funziona per immagini e le immagini generano stati d’animo, dunque se siete sfiduciati e volete sentirvi meglio, dovete cambiare l’immagine di voi stessi. Vedetevi come seducenti, affascinanti, sorridenti, gentili, capaci e... lo diventerete!

IL LINGUAGGIO DEI FIORI

Ciclamino

 

 

 

Il ciclamino, fiore afrodisiaco

Originario dell’area mediorientale e nordafricana, soprattutto di Cipro, Rodi e Creta, il ciclamino era considerato già nel III secolo a.C. dal botanico Teofrasto, nella sua Storia delle Piante, un afrodisiaco, in grado anche di facilitare il concepimento. Ancora oggi l’essenza di questo fiore, ritenuto magico e portafortuna per la sua influenza positiva sulle vicende amorose, è utilizzata nella composizione di molti profumi. Nel linguaggio dei fiori il ciclamino simboleggia la diffidenza, ma anche l’amabilità senza pretese.

 

Hanno detto

La percezione della bellezza è un test morale
Henry David Thoreau

 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30