Questa rubrica è stata gentilmente offerta dall'Editoriale Campi che pubblica l'Almanacco Barbanera, dal 1762 il più celebre almanacco d'Italia.

Depurarsi al cambio di stagione

Tisana disintossicante

L’arrivo dell’autunno è il momento ideale per disintossicare il fegato, in modo da poter affrontare poi la stagione invernale in buona forma e vitalità. Ecco un programma di tre settimane, a base di tisane serali, per un fegato al top grazie alla fitoterapia. Prima settimana: bere per tre giorni una tisana di ortica bianca, che aiuta ad eliminare le tossine in modo graduale. Nei successivi quattro giorni si assume una tisana amara di carciofo che decongestiona il fegato. Seconda settimana: ogni sera bere una tisana di cardo mariano, che rigenera le cellule del fegato. Per la terza settimana, ci si fa preparare in erboristeria una tisana mista a base di cumino, curcuma, tarassaco, cardo mariano e menta. Si prepara per infusione versando 250 ml di acqua bollente in una tazza con un cucchiaio di questa miscela di erbe. Si fa raffreddare, poi si filtra. Se ne assume da una a tre tazze al giorno. Se si è agitati, si può aggiungere anche camomilla, fiordaliso o calendula. Infine, per favorire la digestione, unire liquirizia o finocchio.

Pubblicità

Cera dapiPIÙ BELLI E IN FORMA

Balsamo per labbra

Si prepara amalgamando a bagnomaria 30 g di cera d’api con 15 g di olio di argan. Quando il composto è quasi freddo, aggiungere 5 g di miele e 2 gocce di olio essenziale di rosa. Conservare in vasetti di vetro.

Bellezza dei capelli

Due noci brasiliane assunte quotidianamente assicurano la dose ottimale di selenio, che protegge capelli e pelle dai danni dell’età ed è un potente antiossidante. Al mattino fate una ricca colazione con mandorle, yogurt, cereali integrali e frutta fresca. E consumate spesso miglio e alghe.Noci Brasiliane

Crema antirughe per il viso

Si sciolgono in un pentolino a bagnomaria 30 g di cera d’api, poi si aggiungono 3 cucchiai di olio di sesamo spremuto a freddo. Alla fine, mescolando continuamente, si aggiunge goccia a goccia 1 cucchiaio di acqua distillata di fiori e 15 gocce di olio essenziale di incenso e rosa mosqueta. Si conserva per 2 mesi in un barattolino chiuso. È una crema adatta a pelli mature e secche, perfetta per chi soffre di couperose.

ViolacioccheIL LINGUAGGIO DEI FIORI

La violacciocca, simbolo di affetto duraturo

Nel Medioevo trovatori e menestrelli usavano portare sul cuore un mazzetto di violacciocche come simbolo di un affetto capace di resistere al tempo e di sopravvivere agli impedimenti. Da qui il significato nel linguaggio dei fiori di fedeltà anche nei momenti difficili. Originaria dell’Europa, soprattutto dell’Italia, la violacciocca è molto diffusa anche in Inghilterra e Scozia. Si può seminare direttamente a dimora in questo mese, per avere una splendida fioritura in primavera. Offrire a una persona delle violacciocche è come dirle: “Su di me puoi contare in qualsiasi momento della tua esistenza”.

 

 

 

 

 

Hanno detto

Nulla è bello. Tutto dipende da chi guarda, la bellezza è versatile.


Philippe Starck

 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30