Questa  rubrica è stata gentilmente offerta dall'Editoriale Campi che pubblica l'Almanacco Barbanera, dal 1762 il più celebre almanacco d'Italia che festeggia nel 2012 il suo 250° anniversario.

 zenzeroZenzero contro il mal d’'auto


Più di sette milioni di italiani soffrono di cinetosi, il mal da movimento provocato da auto, aereo, barca o treno. Il problema sta nella stimolazione di quelle delicatissime strutture deputate al controllo dell’equilibrio che si trovano nell’orecchio interno, in particolare di quella detta “labirinto”. I sintomi sono facilmente riconoscibili: sbadigli frequenti, salivazione aumentata, pelle fredda, pallore, senso di svenimento. Per evitare l’insorgere del problema, prima di mettersi in viaggio è bene mangiare piccole quantità di cibo secco come crackers o fette biscottate, preferire cibi solidi a quelli liquidi, evitare di leggere durante il viaggio e tenere aperto il finestrino quando si può. Le erbe possono offrire un aiuto efficace per contrastare questo problema: la pianta principale nel trattamento della cinetosi è lo zenzero, Zingiber officinale. Ne vanno prese 1 o 2 capsule da un grammo e mezzo di polvere secca mezz’ora prima della partenza, e poi ogni 3 ore durante e dopo il viaggio; oppure 30 gocce di tintura madre, in poca acqua, 3 volte al giorno prima e dopo il viaggio. 

Pubblicità


PIU' BELLI E IN FORMA

Maschera purificante
Ecco una maschera purificante particolarmente efficace contro gli effetti dello smog: si mescola 1 cucchiaio di miele con 2 di ricotta e 2 di camomilla. Si lascia agire per 20 minuti, poi si sciacqua il viso con acqua tiepida.

Capelli splendenti
Un cucchiaino di shampoo delicato, sciolto in un bicchiere di succo di mele, renderà i capelli più luminosi.

Gambe bellissime
Se il freddo secca la pelle delle gambe, massaggiare la pelle umida, dopo la doccia, con olio di mandorle addizionato con olio di argan.

 cavolfioreIL LINGUAGGIO DEI FIORI

Il cavolo, fonte preziosa di salute


Il cavolo, Brassica oleracea, oggi è sinonimo di “cosa priva di valore”, ma rivendica in realtà nobili origini. I Greci, infatti, secondo la testimonianza tramandataci da Luciano di Samosata, ritenevano che fosse nato dalle lacrime di Zeus e divenne per questo pianta sacra nell’Ellade. I Romani, più prosaici, lo consigliavano invece prima di mettersi a tavola per ritardare gli effetti di un’ubriacatura. Persa la sua antica sacralità, il cavolo, non esente da una sua particolare bellezza, viene oggi consumato come alimento “povero”. Ma questo non deve far dimenticare che si tratta di un ortaggio ricco di sostanze benefiche: grazie all’elevato contenuto di potassio, acido folico, fibre, calcio, ferro, fosforo e vitamina C, il cavolo ha infatti proprietà antitumorali, antinfiammatorie, antibatteriche, antiossidanti, depurative e rimineralizzanti. Considerato da sempre un cibo adatto ad una mensa frugale, per questo è simbolo di povertà e semplicità.

Hanno detto

Tutto ciò che è in armonia con l’'universo è in armonia anche con me.
Marco Aurelio

 

Le immagini e l'idea di questa particolare realizzazione sono un copyright (c) di Hobbydonna.it

E' proibita la riproduzione per scopi commerciali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter di Hobbydonna rimarrai aggiornata su tutte le nostre novità!
Non ti invieremo MAI spam... garantito!
I agree with the Privacy policy

Link consigliati

Calendario Fiere

Agosto 2019
L M M G V S D
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1